Lu Xiao Baraldò

Ovvero tana libera nobel!

 

Noi del partito dei Blutiani (d’ora in poi PdB), e la corrente dei Franekiani in particolare, ci facciamo promotori di una campagna per la candidatura al Nobel per la Pace.

PREMESSO CHE

riteniamo corretta l’assegnazione del premio Nobel per la pace a Liu Xiabò, in quanto le carceri sono una creazione del sistema capitalistico per reprimere il dissenso e rinchiudere, appunto, i/le compagni/e che lottano per un mondo/a migliore/e per i loro figli/e.

CONSIDERATO CHE

la lotta contro gli stati capitalistici, per quanto a capitalismo di Stato, deve essere internazionalista e diffusa su tutto il pianeta/o

ANNUNCIAMO

una campagna di mobilitazione a favore dell’assegnazione del Nobel per la Pace a Silvia Baraldini. Questa donna/u è stata imprigionata nelle carceri dal 1983 al 2006, per crimini politici, dato che solo uno stato dittatoriale può fare dell’appartenenza a un partito, Black Panther Party, un reato. Silvia è stata accusata di:

  1. Il 2 novembre 1979 aveva concorso con altri all’evasione di Assata Shakur, alias Joanne Chesimard, “l’anima” del Black Liberation Army (BLA), che stava scontando una condanna all’ergastolo per omicidio di un agente di polizia stradale;
  2. Fu accusata di essere un’ideologa sia del movimento “19 maggio” e di altri movimenti afro-americani di liberazione tra cui “La famiglia” che forniva appoggio logistico;
  3. Fu accusata di aver preso parte ai preparativi di rapina, mai portata a termine, di un furgone blindato a Danbury nel Connecticut;
  4. Fu accusata di aver preso parte 19 maggio 1981 ai preparativi di rapina, mai portata a termine, di un furgone blindato alla Chemical Bank di Nanuet, a New York;
  5. Ingiuria al tribunale (nel diritto USA Contempt of Court), per aver rifiutato di fornire testimonianza sui nomi di altri militanti del movimento “19 maggio”.

Le è stata comminata la seguente condanna:

  • 20 anni per concorso in evasione, appunto di Assata Shakur, alias Joanne Chesimard;
  • 20 anni per associazione sovversiva, con applicazione della legge Rico, originariamente usata per casi di criminalità mafiosa e organizzata, per la quale venivano pagati dalla persona le accuse contestate al gruppo di appartenenza, (cosiddetta associazione a delinquere), e per i due preparativi di rapina;
  • 3 anni per ingiuria al tribunale (nel diritto USA Contempt of Court), per aver rifiutato di fornire testimonianza sui nomi di altri militanti del movimento “19 maggio”.

TUTTO QUESTO CONSIDERATO E PREMESSO

riteniamo che, visto che il premio Nobel per la pace non è, né mai e poi mai, giurin giuretta mi cascasse il naso, sarà un premio politico. Chi meglio di Silvia Baraldini merita questo onore?

Come dite?

Non lo merita perchè lei è stata in carcere negli USA e perchè comunista mentre Liu Xiaobo è anticomunista? Ah, scusate… ma non era finita la guerra fredda?

Frì Mumìa!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Laif of Franek. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...