Mutandis mutatis

Ovvero riunione di condominio

Vado a trovare i miei,una sera, e appena entro sento lo stato confusionale di quando c’è qualcuno malato in casa. Infatti mio padre si era preso un febbrone. Stava veramente a pezzi, poveraccio. Aiuto un po’ mia madre, poveraccia lei in realtà, mio padre è insopportabile quando è malato (c’è chi dice che ogni uomo lo sia) poi le chiedo se vuole che mi levi di mezzo. Lei mi dice

-Guarda ci sarebbe da andare alla riunione di condominio. Non so se ti faranno parlare ma almeno puoi stare a sentire, sarebbe già qualcosa-

Non è che ne avessi molta voglia però cedo. Mi firma una delega, che non sapevamo  nemmeno se servisse,e io vado. Arrivo nella sala e sono tutti signori in là con l’età, almeno un po’ insomma tra i 55 e i 75 anni. Sola, una ragazza sta in fondo alla sala. Io mi avvicino perché penso che almeno avrò qualcosa da dire con qualcuno. Anche lei sembra risollevata nel vedermi e così ci mettiamo a chiacchierare e scopro che si è appena trasferita con il suo compagno e che fa la psicologa. Mentre chiacchieriamo del più e del meno arriva un vecchietto arzillo che sembra simpatico.

-Ciao bella!- dice senza nemmeno salutarmi.

-Sei nuova?-

-Si, mi sono appena trasferita- risponde un po’ titubante Laura, questo il nome della ragazza.

-Speriamo di vederci più spesso!- dice il vecchio con un sorriso laido.

Io strabuzzo gli occhi e scoppio a ridere non appena lui se ne va, Laura mi guarda e mi fa

-Ma che schifo!- e ridiamo.

Comincia la riunione  e dove ti si siede il vecchio, al posto dell’amministratore. Intendiamoci non è che abbia sbagliato: è l’amministratore. Tutti fanno l’elenco dei problemi: la signora Carla abita la nono piano, ha settant’anni e c’è l’ascensore rotto da sei mesi; lo sciur Gino (detto così dai condomini in realtà si chiama Ahmed ed è un Italo Eritreo, di quelli venuti in Italia dopo la guerra coloniale), che abita all’ultimo piano ha un ritorno della canna fumaria del condominio in cucina e ora che è inverno non ci può stare, per questo cucina in bagno, la situazione dura da sei mesi; il nipotino della Maria è inciampato in uno dei gradini sconnessi da almeno un anno e si è rotto un braccio. Intanto l’amministratore scrive e scrive su un foglio. Dopo questa prima tranche l’amministratore prende parola e sorridendo come se ne avesse pensata una buona dice:

-Signora Carla, le scale le fanno bene. Quel culetto lì misi è un po’ ammosciato, eh? Sciur Gino il fumo, il fumo… vabbè tanto lei è un mezzo arabo! Maria, lei che prima dell’arrivo della bella Laura- che sento rabbrividire al mio fianco- era la più carina è, e anche adesso fa ancora la sua figura, lo sa no che i bambini sono fatti di gomma?- qualcuno ridacchia, gli altri lo guardano allibiti e mentre le lamentele riprendono lui alza lo sguardo e cerca qualcuno. Con il viso complice mi chiama al tavolo. Io,un po’ titubante gli dico a gesti che non sono un condomino ho solo la delega, lui mi dice a una voce medio alta

-Dai che sei giovane ci facciamo quattro risate!- io imbarazzato mi alzo e vado vicino a lui mentre una signora che sta parlando mi guarda per prendere meglio la mira e fulminarmi. Io arrivo e convinto di potermi sbrigare in fretta lo fisso. L’amministratore di condominio mi mostra il foglio su cui aveva scritto. Disegni di mutande, donnine in pose discinte, e pure disegnate male, e poi mi indica Laura e fa delle facce che mi fanno vergognare per lui. Ma lui ride e ride e ride. Mi avvicino a Laura le dico che è meglio se non ci viene più alle assemblee di condominio, poi prendo la giacca e me ne vado.

La stessa cosa mi ha detto un amico che è successa nel 2009 in un condominio dove sta lui a Bruxelles.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Laif of Franek. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...