Stanchezza pt2

Ovvero vabbè però…

Franek B Blutarsky in un ritratto di quando era giovane

In questi giorni è tutto un rincorrersi di voci e affermazioni che mi lasciano stupito. Davvero sembrano una serie di, di, di… non lo so nemmeno io cosa. Ad esempio:

ieri Tiziana Maiolo, consigliere comunale a Rozzano (Mi) con il PDL, ex assessore della giunta Moratti. ex comunista, eletta deputato per Rifondazione nel 1992, oramai ex portavoce milanese di FLI, va ad una trasmissione radiofonica e dichiara

-I Rom sono più difficili da educare dei cani- così per andarci leggera e per dimostrare che FLI è una destra europea. Caciara, polemiche, e sue dimissioni. E vorrei anche ben vedere. Su questa faccenda è intervenuta anche il ministro Carfagna, che ha dichiarato:

-[le dichiarazioni della Maiolo sono] inaccettabili e impregnate di razzismo, in aperto contrasto con i principi sanciti dalla Costituzione e dalle leggi-. E brava il ministro Carfagna, sono d’accordo: è inaccettabile. Ora aspetto che, con solo un po’ di ritardo, il ministro per le Pari Opportunità si indigni per questo. Trovo imbarazzante quando qualcuno usa dei valori solo per fini elettorali.

Poi, mi tocca, Silvio Berlusconi ha dichiarato che -Farà causa allo stato- per i processi che segue. Cioè al ministro della Giustizia Alfano, che se dovesse pagare non pagherà di tasca propria ma con i soldi dello Stato, cioè in nostri. Delirio puro, ma ci vedo della logica dietro. Visto che lui deve pagarsi le escrt, almeno che l’avvocato per difenderglielo lo paghi lo stato, non è che può pagare tutto lui, chi è Pantalone?

Poi c’è la storia del 17 marzo. Allora io cerco un ragionamento integrale, cioè senza sostanze chimiche schifose che fanno male alla salute. Io sono un internazionalista. Quindi questa festa mi lascia interessato ma non entusiasta. Interessato perché, proprio perché internazionalista, parto da ciò che mi circonda, dai luoghi comuni che noi italo-finno-polcchi abbiamo come tutti in tutti i paesi. Sono simile a chi mi circonda e anche se sono diverso da chi sta più lontano, ci sono sempre delle sfumature tra me e lui/lei o quel che vi pare. Quindi io sono fatto così, gli altri sono diversi da me, tutti abbiamo dei padroni, o dei potenti che fanno i comodi loro sulle nostre teste, stiamo assieme anche se diversi non guardando alle differenze ma alle similitudini.

Un po’ sono interessato perché sono un bastian contrario. E visto che tutti fanno a gara a dire che la festa per l’unità gli fa schifo o no dovrebbe essere festeggiata, bè allora a me un po’ piace, se poi aggiungiamo che ad essersi espressi contro la festività sono: 1) Mercegaglia; 2) Calderoli 3) presidente della provincia di Bolzano; 4) Bossi; bè a sto punto pur senza strapparmi i capelli festeggio e vado anche a ricordare quel secondo Risorgimento, che ha per davvero concluso il processo risorgimentale portando in attuazione gli ideali più avanzati del Risorgimento (se lo dico un’altra volta: menatemi) come la Repubblica e quindi si ispira a Garibaldi e Mazzini, e non a Cavour e Vittorio Emanuele II, che è la Resistenza (lo so che molti compagni ci vogliono vedere più la lotta di classe ma da analisi approfondite, a mio modesto parere, è più questo). Quindi Viva Garibaldi!

Andiamo al’estero finalmente, va. Egitto? No! Libia. Il nostro grande alleato, a cui permettiamo di installare le sue tende da circo a Roma, Gheddafi, sta personalmente minacciando di ritorsioni, anche sulle famiglie, blogger e giornalisti che oseranno parlare delle proteste che si terranno nel paese nostro a cui spediamo tutti gli immigrati fermati nel canale di Sicilia prima ancora che possano fare la richiesta d’asilo e grazie ad un’inchiesta del Manifesto sappiamo cosa significhi per quelle persone, hai capito Gentilini? Persone! Porc…! Cioè la rivolta dilaga, Mubark si o Mubarak no, e noi dovremmo stare più attenti a quelo che accade che secondo me ci sta dando delle lezioni da non perdere, come quella sull’uso proprio dei mezzi di comunicazione come garanti contro le violenze del regime.

Infine l’altro giorno ho visto un film di fantascienza: c’era uno Stato semidittatoriale da ben più di vent’anni che non riesce più a mantenere nascoste le proprie marachelle e ha cominciato a mettere poliziotti e militari ovunque.

-Non voglio far vedere cosa sverso in una discarica? Militari-.

-Voglio imporre una discarica alle persone di una città che non la vogliono? Militari-.

-Voglio fermare l’informazione? Militari..

-Voglio nascondere cosa avviene in un impianto di depurazione o in un inceneritore? Militari-.

Insomma una società totalmente militarizzata. Ah! Come? Scusate ora mio fratello Alek mi dice che non era n film di fantascienza. Cos’era? AH! Era Presa Diretta sulla situazione della spazzatura in Campania? Ah…

Infine agli amici militari e forze dell’ordine. Io sto con voi. Davvero. Sto con voi, capisco che a volte non ci siano altre forme per guadagnare uno stipendio in alcune zone del paese. Capisco che a volte siate obbligati. Ma vi voglio raccontare una storia. Nel 1898 il Gen. Bava Beccaris sparò con i cannoni su una manifestazione di operai a Milano, morti e morti come potete immaginare. Poi fece sparare. Ecco a questo un militare, solo uno è vero ma l’ha fatto, inorridito si è rifiutato di sparare sui quelli come lui. Ha subito il processo. Facciamo una cosa? Anziché dividerci e voi beccarvi gli insulti e gli amici miei le manganellate, ci uniamo? Non tutti,ma quelli di voi che veramente non sopportano più di essere usati come autisti, come macellai, scendano in sciopero, quasi per favore ve lo chiedo. Uniti, insieme. Io lo so che tra i manifestanti c’è chi mi dirà che mi sto moderando e vendendo e che lo sbirro è solo merda. Io però penso sempre che le grandi rivoluzioni e cambiamenti, dalla Rivoluzione francese, a quella russa, a quella tunisina odierna, hanno avuto una svolta vittoriosa quando l’esercito e le forze dell’ordine si sono schierati con i manifestanti. Ma forse io sono solo un povero finno polacco, che dell’Italia non ha ancora capito nulla. E non ho nemmeno 55 anni.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Laif of Franek. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...