Le vicine

Ovvero ragionamenti a piede libero

big border is uoccing iu

Stavo lì nel mio morbido lettino, come dice Guccini, che pensavo alle differenze tra rivolta e guerra civile. Ero lì che pensavo che forse le differenze erano sostanzialmente due: 1) la durat: la rivolta è molto più breve (vedi Egitto oggi, invece Jugoslavia 1991)

2) la gioia: mi sembrava, dico mi sembrava, che alla fine di una guerra civile ci siano solo odio e rancore, mentre alla fine di una rivolta ci siano felicità e speranza nel futuro. Ma magari mi sbagliavo.

Stavo lì che pensavo e mi suonano alla porta. Aspettavo delle persone, quindi mi alzo e apro senza nemmeno guardare. Davanti mi trovo la signora Carlini. Che mi porge un foglio.

-Salve sig. Blutarsky. Sto raccogliendo delle firme per presentare uan lamentela all’Ente (si riferiva all’ECP, Ente Case Popolari di Trebisonda). Perchè la signora Carlini ha esagerato questa volta.-

La signora Carlini a cui faceva riferimento la signora Carlini è sua cugina, abitano una sotto l’altra, o sopra a secondo che si utilizzi il punto di vista della signora Carlini o della signora Carlini. Comunque la seconda signora Carlini, quella per così dire del Nord visto che abita sopra la parente, era quella oggetto della lamentela. Il perchè è presto detto: è insopportabile con tutti. Minaccia chiunque faccia ciò che non le aggrada di spaccargli la testa con l’ombrello, di tirargli pugni come bombe. In realtà tutti sanno che non è possibile, la Carlini del Nord non è in grado di alzare un braccio quasi. Però è effettivmente fastidiosa. La Carlini del Sud, vorrebbe avere anche l’appartamento del Nord, non aspetta altro che potersi lamentare della cugina per poterla cacciare. Però anche lei è insopportabile. La signora del Sud cambia dalle 4 alle 5 donne delle pulizie in un mese, lei è molto più benestante della cugina, e non si fa problemi a urlare e insultare ste povere donne in qualunque luogo, sulle scale, nell’atrio, ovunque. Abita quattro piani sopra il mio, eppure a volte io la sento urlare e insultare senza pietà le sue dipendenti.

-Per cosa è stavolta?- chiedo distratto e poco interessato.

-La signora Carlini- midice la Carlini del Sud -Ha ricevuto un pacco dall’Ikea, chissà poi come se l’è comprato, ma comunque, ah cominciato ad un tratto ad urlare e sbraitare contro il facchino perchè qualcosa non le andava, parole irripetibili, quel povero lavoratore… guardi, so che lei mi capirà. E poi urla sempre, sbraita, caccia insulti irripetibili-

Ci penso un po’. Devo schierarmi con la Carlini del Sud perchè la Carlini del Nord è una stronza? In effetti…

-Cioè il bue che da del cornuto all’asino– dico – Sa cosa le propongo signora? Facciamo che la lamentela la facciamo verso tutti quelli che insultano e sbritano contro i propri domenstici? Ci sta? La scrivo in un attimo, lei poi firma?-

E mentre la Carlini sale sento che dice che degli immigrati non ci si può mai fidare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Laif of Franek. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...