Odore di democrazia

Ovvero cose a caso

Durante questo comizio, Sivlio stava democraticamente dicendo a chi lo contestava che mancava solo un minuto alla fine del suo discorso.

Cose a caso, oggi cose a caso, anzi a caos. Sono accadute molte cose che mi hanno colpito a cui non riesco a dare una forma organica.

La prima è questa: Silvio ce l’ha fatta. Non a scamparla, non a rinnegarsi tre volte (come una specie di San Pietro di se stesso, questo l’aveva già fatto): è riuscito a farsi moderare sulle scuole private da Bagnasco. Non era un’impresa facile. Dopo aver dichiarato che la scuola pubblica diseduca, e importa poco delle sue smentite, il cardinale noto per aver dichiarato che essere gay è una malattia che si prende da piccoli a causa del troppo affetto delle madri (ipse dixit), gli ha mandato un messaggio quando ha affermato che tutti i professori, di qualsiasi scuola, sono bravi e belli. Insomma non era facile, da parte di chi fa della parificazione tra scuola privata e pubblica la propria battaglia, da anni. Solo che loro sanno non essere così smaccati, così volgari e sanno che gli attacchi frontali sono spesso quelli che fanno fallire questo tipo di piani. E comunque lo stesso Bagnasco nella sua dichiarazione parifica le scuole tra pubbliche e private. Per quanto mi riguarda poi le scuole private a indirizzo religioso sono un’assurdità ma lo è anche credere che dopo la morte uno se ne va in cielo contornato da omini con le ali e passi la propria eternità a cantare le lodi di una luce (e questo sarebbe il paradiso? che palle!). Dunque se uno, continuando a pagare le tasse, vuole mandare i propri figli a scuola dai preti lo faccia, e i per i più poveri facciano la carità i più ricchi, non capisco perchè io devo pagare per loro, io che non sono religioso.

Poi c’è il nuovo regolamento RAI, che prevede un bilanciamento tra trasmissioni di sinistra e di destra. Premesso che nè Floris, nè Travaglio sono di sinistra, essere contro Berlusconi non significa essere di sinistra, mi chiedo se due trasmissioni settimanali sono una sproporzione eccessiva, quattro di Vespa? Due telegiornali palesemente schierati? No, ma tanto io non capisco un bel nulla, quindi… quindi mi limito ad analizzare che le dichiarazioni rilasciate dal relatore del regolamento, del PDL, a Radio Popolare. Lui dice che non vogliono mica imporre alla RAI una decisione, solo una scelta, tra un sistema di coconduzione nei tolk sciò, ovvero al fianco di Floris e Santoro un conduttore pidiellino, o più trasmissioni di destra (sempre non considerando Porta Porta, Italia mia sul 2, il TG1, la nuova trasmissione di Ferrara). Che è un po’ come dire, sono democratico, ti meno ma puoi scegliere tu se vuoi pugni, schiaffi o manganellate. Ahhhhh, adoro l’odore della democrazia di prima mattina.

Infine… infine non vi basta sta sequela? No? Bè, abbiamo altro!

La benzina è arrivata a 1.50 ed è tutta colpa dei negri che hanno il coraggio di ribellarsi. (soundtrack nella testa da qualche giorno: White Riot, The Clash).

Il ministro della giustizia tedesco si sta dimettendo per aver copiato la tesi di laurea. Dilettante.

Berlusconi ha dichiarato che lo staff di Napolitano è troppo puntiglioso e non lo fa lavorare. Bersani: In un giorno di lutto nazionale mi aspettavo un po’ di silenzio. Cazzo, Pierluì, non te ne fai scappare una per mettere il governo sulla graticola, eh?

E a proposito del morto in Afghanistan, non capisco cosa ci sia da lamentarsi. è la exit strategy più onorevole che il fascista, no errata corrige ex-fascista, al ministero della difesa, sia riuscito a ideare.

Da giorni cerco di scrivere qualcosa sulle rivolte nel Nord Africa. Ecco ce l’ho: aiutoooooooooo!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Laif of Franek e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Odore di democrazia

  1. Dario ha detto:

    Ti sei dimenticato l’isola dei famosi tra i programmi di destra. E’ molto più pericoloso di Vespa e Ferrara.
    “Tu non voti alle politiche, ma ti lamenti se le condizioni sono critiche eppure televoti l’Isola dei famosi d’Egitto convinto di avere esercitato un tuo diritto” (Caparezza – The Auditels Family)

  2. lora ha detto:

    ultimamente ho uno strano istinto: andare ad abbracciare tutti i dilettanti dimissionari. Provo uno strano affetto, sarà forse senso di gratitudine per aver adempiuto al loro dovere? qualcosa di cui non mi ricordo più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...