voci nella testa

Rieccomi, sull’internèt, chiedo venia per l’assenza, ma la vita di Trebisonda mi ha assorbito totalmente. Non è facile essere un italo-iraqo-siriano in trasferta, qui mi scambiano per un palestinese, mi prendono per un pusher, mi prendono per il nipote di Assad, mi prendono a schiaffi. Mi mettono voci nella testa. Mi danno dell’Alpino. Mi chiamano Ali Babà.

In sti giorni ho trovato una casa tutta mia, così non devo stare a scrocco da Franèk. Non che non mi trovi bene con lui, ma russa come uno scanner rotto. Ora vivo al quartiere Isola, a nord del Quartieraccio. Un posto dove se esci di sabato mattina ascolti le storie più assurde. Tipo quella del video, l’ho sentita canticchiare a un tipo mentre scendeva dal bus.

“Fuori dal finestrino Roma abbozza le sue storie. Voci nella testa. Stentoree”.
Queste voci nella testa ce le ho pure io, da un paio di settimane.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Laif of Franek. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...