A sciiare all’estero

Ovvero in attesa di Blutus

La Minetti, santa donna…ehm…no… santa…santa…santa barbara va! Ecco, lei che è implicata in una serie di scandali che la vedono accusata di aver avuto a che fare con il favoreggiameto della prostituzione e lo spaccio della droga. Ha dichiarato che vorrebbe diventare ministro degli esteri. Si può frustrare un’aspirazione con della bassa ironia maschilista? No, avete ragione mi morigero, sarò molto morigerato, sarò parco di divertimenti (cit. Gruocho Marx).

Comunque non si può criticare una donna perchè ambisce ad un ruolo, c’è chi negli anni 70 mi avrebbe tacciato di essere un complottista, altri plutogiudaico ma per fotuna non sono nè l’uno nè l’altro.  Più che altro Pluto mi sta antipatico a differenza di Pippo… e non facciamo battute sulla cocaina, per favore. Nè sulle sue ragazze.

Mi state distraendo, dico alle tette della Minetti, lasciatemi ragionare serenamente. Allora si può impedire a una donna di sognare un ruolo di questo tipo? No, perdio, no. E quindi che Minetti sogni quel che le pare, ma si vivaddio una giovane con il coraggio di sognare. Per di più parla pure due lingue. Sarà più appropriata una donna che fa del suo essere gnocca e del parlare due lingue le armi per diventare ministro degli esteri che uno o una che si è fatto o fatta anni e anni di carriera diplomatica? Non lo so ma comunque sicuramete non meno di un maestro di sci.

Aproposito di sci. Trovo una cattiveria costringere Il Trota a scrivere in italiano. Se vo foste cotreti a scrivere in inglese non avreste difficoltà? Ecco lui dovrebbe scrivere in padano. Questo avrebbe due netti vantaggi:

1) eviterebbe di fare errori da terza elementare, in questo caso poca importanza ha che sia stato più volte bocciato all’esame di maturità, sci si scrive con una sola I e te lo imparano alle elementari;

2) lo capirebbero solo quelli che lo votano. Solo i Padani che votano Padani, che spesso sno nati a Palermo. Ah e poi una cosa seria, Puppa! No dai scusate davvero una cosa seria, sto cazzo!

Vabbè mo la dico. Mi importa assai poco che molti operai votano la Lega. Anche se è il motore della storia il popolo non è il messiah, è composto da tante teste e alcune sono anche delle teste di cazzo. Vogliono votare uno che per risolvere la crisi gli dice

-Aaaaaasggetarreeemmm, sbelaftucrisi, mmmigrattttttti rrrrromni, zingher!, asbalfsbalf! AsbilfffFòra di brbrbbrbball! Mubbarak!-

Forse riescono a capire cosa dice.

A proposito di sinistra. No, dico ma avete visto il simbolo della lista la Sinistra per Pisapia? Cos’è il bersaglio di un tiro al bersaglio? Cos’è? Ma da dove è stato tirato fuori? Non bastavano i duecento ventitre simboli già presenti nel precedente simbolo della federazione di simboli? Qualcuno dovrebbe dire loro che così facendo fanno solo la figura di quelli che stanno assieme per forza ma che in realtà se ne starebbero volentieri ognuno a cazzi propri. Ah! É così?

Bè però c’è anche chi dice no.

Comunque speriamo vinca, Pisapia.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Laif of Franek e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a A sciiare all’estero

  1. fabio granata ha detto:

    Tre lingue ma senza tette. non sarò mai ministro.
    Per quanto riguarda il simbolo, un obbligo di svolta a destra forse ci sta ancora da qualche parte. E “socialismo 2000” mi sa tanto di carburante…!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...