Marchionne fottiti, stella. Ancora.

Viva la rivoluzione di Praga

Ovvero qualcuno lo dica,faccia,baci

Qualcuno dica: a tutti, persino ai compagni che lamentano l’intromissione degli USA, che il delitto di Perugia non è una cosa importante, chissenefrega se piange in aula.

Qualcuno dica: alla Clinton che prima di porre in dubbio il lavoro della magistratura italiana, dovrebbe dare spiegazioni per qualcosa accaduto il 3 febbraio 1998, sul Cermis in Italia, con protagonisti due piloti statunitensi, che hanno ucciso venti persone per giocare tra di loro e che non sono stati processati in Italia ma negli Iuesei e che sono stati assolti, si vede che la giustizia ammericana funziona. Qualcuno le dica che tra l’omicidio di Sacco e Vanzetti e la sentenza di cui sopra, avrebbero due o tre cosette da spiegarci.

Qualcuni dica: a tutti che oggi bisogna parlare di Marchionne non perchè si schiera con Berlusconi, ma perchè ha sostanzialmente dichiarato di aver detto bugie per tutto questo tempo e che è disposto a rimanere in Italia solo se potrà licenziare senza nessuna restrizione. Insomma dopo aver ricattato intere fabbriche, ora ricatta l’intero paese.

Qualcuno dica: ai giornali della sinistra moderata, direi il centro ma altrimenti voi pensate all’Avvenire io a Repubblica e non ci capiamo, che non è che siccome Mercegaglia dice cose contro Berlusconi, allora dice solo cose intelligenti. Anzi, qualcuno faccia presente a quei giornali che Emma Mercegaglia sta solo dalla parte sua, loro degli industriali, mai del paese. Quella dei suoi interessi. Qualcuno gli faccia notare che stanno appoggiando un tentativo da parte degli industriali di occupare la politica di mettere non più i propri uomini nei posti chiavi, ma di mettercivisi loro stessi, e non so quanto ci farà bene, ai noi che siamo il 98% degli italiani. Pi che altro che evidentemente nopn abbiamo gli stessi interessi.

Qualcuno faccia notare sempre agli stessi che ad un certo punto non è che se cade una mela sulla testa di un povero bimbo nel Malgaistan, sia necessario coinvolgere il nostro governo. A me Repubblica sembra sempre più una versione speculare de Il Giornale. Parla di tutto pur di non parlare di altro.

Qualcuno faccia notare a quelle persone di cui sopra che ieri sono morte cinque persone a Barletta, che quattro erano operaie del maglificio al primo piano, una era la figlia dei proprietari. Non si può morire perchè si sta lavorando, non lo so chi abbia delle responsabilità, ma qualcuno le ha. Non si può morire perchè la scuola finisce un’ora prima, non lo so chi abbia delle responsabilità, ma qualcuno le ha. Non lo so se i proprietari del maglificio si siano comportati male, non lo so se lo hanno fatto per risparmiare, avrebbero lasciato la propria casa lì?, so che ogni anno il lavoro fa migliaia di morti e che a Marchionne, Mercecaglia e Clinton non gli ne importa nulla, ma nulla, e questo mi sembra davvero immorale, come l’applauso ai proprietari della ThyessnKrupp, a livello di inciso ricordo che le acciaierie Krupp nel 1940 si spostarono a produrre in Polonia, poco fuori da una ridente cittadina, vicino a un campo dell’esercito polacco, ristrutturato e rimesso a nuovo. La cittadina si chiamava Auschwitz. E questo mi sembra immorale, più immorale del fatto che Ranieri sia stato espulso e di quel fascistello Abbiati abbia fatto una gaffe, mi sembra più immorale di Silvio Berlusconi che non vuole rifare la legge elettorale, mi sembra più immorale di tante cose, così immorale che mi sento di dire solo una cosa in più:

fottetevi. Stella!

per il fare ci vediamo tutti in piazza, ma ci vediamo anche nelle fabbriche occupate, nei consigli comunali, ci vediamo un po’ più spesso? che se aspettiamo i rivoluzionari, i riformisti, i giovani, i vecchi, finisce che non ci vediamo più.

Per il baciare, un bel lflesc mobbin sabato 9 ottobre al mercato? Ah no, scusate Trebisonda, è troppo lontana.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Laif of Franek, serietà e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...