Tartari

Ovvero ispirato da cose che non ho letto

15 gennaio 2041, Oakland, California, USA

-Solo questione di pochi giorni, e poi accadrà, stanno arrivando, le cose stanno per cambiare, abbandonarci adesso non ha senso dopo questi anni, ormai è questione di pazientare molto poco….-

Era il 20 ottobre 2012 quando mi vennero a suonare alla porta. Ho aperto a due ragazzi apparentemente normali e gli ho chiesto cosa volevano.

-Sta per finire il mondo- mi dice uno

-Ah si?- rispondo ironico

-Si la profezia Maya parla chiaro, gliela possiamo spiegare?-

E io che non ci avevevo nulla da fare gli ho detto di si, mai farlo. Potrebbero convincerti.

Alla fine sta profezia Maya era convincente, moti stellari, inclinazioni terrestri, tsunami, guerre, tutto sembrava tornare. Alla fine mi faccio lasciare un libricino,un bigino della teoria dei Maya’s, la loro confraterinita, che loro mica sono una setta. Alla fine, mi danno appuntamento dopo qualche sera per un incontro.

Ho cominciato a frequentare il circolo degli amici dei Maya e ho scoperto un mondo. Mi appassionai alle discussioni, tutti li sentivano come me che oramai non poteva mancare molto, il cambiamento, i Maya, la loro profezia stava per compiersi. Stava per accadere qualcosa, qualosa forse di confuso ma era giunto il momento di attivarci, di fare. Basta stare ad aspettare.

In breve tempo diventai uno degli animatori del circolo e uno dei suoi diffusori più indefessi. Mi chiamavano Malcolm, perchè ricordavo quel famoso predicatore. Dicevo alle persone che questo mondo non poteva più resistere per molto, gli sconvolgimenti climatici, le carestie, le guerre, ormai il nostro mondo era prossimo al collasso e che dovevamo prepararci al cambiamento, che l’avvento ci poteva trovare impreparati e che non avremmo saputo adattarci. Ma avevamo la possibilità di arrivare diversi, di fare in modo che la fine fosse un nuovo inizio. Tra me e me arrivai a pensare Se solo avessimo avuto più tempo!

Ai primi di dicembre venni spedito in un altro quartiere per aiutare la nascita di un nuovo circolo. Pensavamo di essere ormai destinati a “gestire”, noi che saremmo arrivati pronti, il cambiamento. L’attività fu così intensa che lasciai, o persi, il lavoro. Poi arrivò il 22 di dicembre, e non accadde nulla.

Mi ricordo bene dov’ero, ero al circolo, eravamo tutti in attesa, stavamo in silenzio. Cosa stava per accadere? Come si sarebbe manifestata questa profezia. Parlavamo poco, eravamo tesi. Qualcuno litigò. Passamo quasi trenta ore in attesa e non accadde nulla.
Come poteva essere? Forse non avevamo le chiavi di lettura per notare il cambiamento? Molti delusi, lasciarono. Io non potevo crederci. Così quando il maestro ci convocò per dirci che aveva compreso che il cambiamento era avvenuto, che noi eravamo il cambiamento e che quindi era iniziato, mi sentii rinfrancato. Il maestro mi convocò e mi disse
-Abbiamo bisogno di quelli come te, Malcolm-
Divenni responsabile dei circoli della città, ripresi la mia attività, si può dire che facessi il predicatore a tempo pieno ormai. Sempre in attesa di quel cambiamento, sempre in attesa che qualcosa accadesse. Sempre in attesa, in sostanza.

Dopo due anni il maestro ci convocò e ci disse di aver interpretato alcuni segni, che il cambiamento, quello che i cattolici chiameranno apocalisse, poichè sarà la fine del loro mondo e la nascita del nostro, era nuovamente prossimo, i nostri sforzi si intensificarono ancora. Fino al 13 luglio del 2015.

Ma ancora una volta non accadde nulla, come non accadde nulla nel 2018, 2024, 2036, 2041.

Sempre in attesa di cambiare, di cominciare la nuova e, finalmente, diversa vita. Ho sperato per anni. Ma questi Maya non si sono mai fatti vedere, sti maleducati.
Nè i Maya, nè il cambiamento.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Storie e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Tartari

  1. petra ha detto:

    c’era poi quell’altro che diceva una cosa tipo “sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”
    “ogni giorno”, aggiungerei io.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...