Dall’Antologia di Spùn Trabzon

Ovvero vabbè m piace smentirmi, due post in due giorni

Erri Carei Gudiu

Nessuna meraviglia, sciocchi di Spùn Trabzon,
quando Ceis Enri votò contro i salùn
per vendicarsi d’essere stato messo alla porta.
Ma nessuno di voi fu tanto furbo
da seguire le mie tracce e smascherarmi
come fratello spirituale di Ceis.
Vi ricordate quando mi battei
contro la banca e la cricca del tribunale,
perché intascavano gli interessi sui fondi pubblici?
E quando mi battei contro i notabili
che avevano ridotto i poveri a bestie da soma del fisco?
E quando mi battei contro l’impresa dell’acquedotto
che s’impadroniva delle strade e rincarava le tariffe?
E quando mi battei contro gli uomini d’affari
che m’avevano avversato in quelle lotte?
E allora ricorderete
che barcollando tra le rovine della sconfitta
e quelle di una carriera distrutta
estrassi dal mantello il mio ultimo ideale,
finora nascosto agli occhi di tutti,
come la preziosa mandibola dell’asino
e punii la banca e l’impresa dell’acquedotto
e gli uomini d’affari col proibizionismo,
e feci pagare a Spoon River il prezzo
delle battaglie che avevo perduto.

Ps magari non lo sapete ma questo è un carpiato di incoerenza, non solo, solo ieri, ho detto che avrei scritto poco, ma fino a pochi giorni fa non avrei creduto di citare l‘Antologia di Spoon River.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Laif of Franek. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...