Il fuoco

ovvero si smarchetto, con garbo

-e fu così che finì la guerra-

Nonno Blutarsky si strinse nella coperta e avvicinò le mani al fuoco. Guardò il nipote e le altre dieci persone che erano sedute dietro di lui, le fiamme che guizzavano nel camino della casa semidistrutta illuminavano i loro volti. Per la prima volta aveva raccontato quel che ricordava di quei giorni del 2013-2014. Un escalation l’avevano definita i giornali. Dopo dieci anni qualcuno era tornato a produrre qualche copia in qualche città del paese, paese?!, ma non riusciva ad uscire dai confini della città. Repubblica ad esempio era sparita, come Il Fatto, non il Corriere della sera. IlPost.it era invece diventato un giornale cartaceo, per forza.

-Cos’è un escalescion, nonno Blutarsky?- chiese Karl, suo nipote, mentre Nonno raccontava

-Un escalescion è quando una cosa nasce come una cosa piccola e poi piano piano diventa grande, sempre più grande. Ad un’esempio: poniamo che tu e Marco litighiate. Lo fate perché Marco ti ha rubato il posto vicino al fuoco, poniamo. E tutti noi all’inizio pensiamo che sia una cosa da poco e che voi farete pace in fretta. Poi però tu tiri un pugno a Marco e lui due a te, poi tu tre a lui e via dicendo fino a quando non vi state picchiando come matti-

Il bambino annuì, le altre persone sedute vicino al camino si strinsero nelle coperte, pronti a seguire la storia, sette adulti, tre bambini, pendevano dalle labbra di Nonno Blutarsky.

E lui non si fece pregare, aveva voglia di parlare. E così raccontò di come la proposta della Russia di mettere le armi chimiche siriane sotto il controllo internazionale fosse stata vista come un tentativo di allontanare la guerra. Invece i russi imposero che i siriani dovessero consegnare le armi solo a loro, agli iraniani e ai cinesi, e gli USA si opposero dicendo che non si fidavano e che volevano essere presenti loro in prima persona, dopo che L’UE non aveva dato l’appoggio entusiasta alla proposta di attacco Obama non si fidava più nemmeno di loro. La Russia inviò ugualmente i propri soldati in Siria, sfidando gli USA, a ritirare le armi chimiche.

Ci sarà da lavorare per almeno 5 anni, dichiarò Putin dopo essersi consultato con i suoi generali. Seee! rispose Obama Figurarsi! E intanto Assad continuerà ad usarle! EHI! si intromise XI Jinping, segretario del Partito Comunista Cinese, Ma che parlate a fare voi statunitensi che sono dieci anni che state in Iraq! Obama si indignò Siamo già andati via dall’Iraq! Gli altri scoppiarono a ridere Seeeeeeeeeee come no! Comunque ci siete rimasti dieci anni risposero. Non è vero, ci siamo rimasti 9 anni e comunque non sono come Bush. I vetri del Palazzo di Vetro vennero sconquassati dalle risate di russi, cinesi, brasiliani e indiani, che dissero Ah! è vero che tu sei Premio Nobel per la Pace! E giù a ridere.

Quando poi una commissione internazionale indipendente, finanziata da una associazione umanitaria russa e una cinese, rivelò che le armi chimiche le avevano i ribelli, o anche i ribelli, la situazione degenerò. Obama disse Allora ci prendete in giro, noi mo’ bombardiamo e basta. Punti e Xi Jinping Provaci! 

Detto fatto! Obama bombardò le basi dove forse si sarebbero trovate le armi chimiche, i Russi chiusero subito le forniture di gas e petrolio verso l’UE che disse Ma che cazzo c’entriamo? Putin offeso disse l’Italia ha perseguitato politicamente con la magistratura il mio amico Berlusconi, e poi sempre dalla loro parte siete stati. 

Ah si?! dissero da Bruxelles, tiè! Beccati i missili!

Dopo poco tutta l’area tra il Portogallo e Teheran e tra Capo Nord e il deserto del Sahara era bombardata da missili, niente truppe di terra per carità.

-MI ricordo- disse Nonno Blutarsky – che qualcuno aveva anche provato a dire che se i giovani fossero stati più seri e avessero voluto voglia di fare sacrifici sarebbero andati in montagna a fare la Resistenza-

Ma i giovani risposero A chi dovremmo resistere? e come si fa la Resistenza a dei missili? E non se ne fece nulla.  

In poco tempo, l’Europa era semi distrutta, non so dire la situazione di Russia e USA, o Cina o Brasile o Thailandia perchè già avere notizie era diventato difficile e poi l’ultima notizia che venne da fuori Trebisonda furono due dichiarazioni, una di Obama e una di Xi Jinping, più o meno identiche

Ci siamo rotti, adès basta (si, è dialettale, ma non stupitevi Obama e Xi sono nati tutti e due in provincia di Olgiate Olona), la prossima arma vi annichilirà.

-E quando uno non ha più la casa dove ha vissuto e vive con moglie e figli in un rifugio…-

-Nonno i tuoi figli erano la mia mamma e il mio papà?-

-No solo la tua mamma… ecco in quella situazione uno si chiede Ma che possono farci di peggio? L’atomica?-

Invece saltò la corrente, basta non funzionava più nulla. E così niente, la guerra finì di colpo, ma niente ospedali, niente macchine, niente, di niente. In molti partirono per tornare chissà dove che tutti eravamo nati a Trebisonda. Ma piano piano ci spostammo verso le campagne e tornammo a lavorare la terra, ci organizzammo per difenderci dai razziatori. La vita cambiò drasticamente, sembravamo ripiombati nel medioevo.

-Riuscii, quando la comunità si espanse, a fare il lavoro che avevo sempre sognato di fare. L’insegnante, fu bellissimo. Ma la situazione era dura e durante una razzia…-

-Morirono il mio papà e la mia mamma?-

-Purtroppo si, Karlin, non erano i primi e non sarebbero stati gli ultimi…-

La comitiva era in viaggio da tre settimane verso le montagne, dove si diceva esistessero comunità federate e tranquille dove si poteva vivere con più serenità. Il vecchio Blutarsky era però molto stanco e cominciava a chiedersi se avesse fatto bene a partire, poi vide il nipotino, che crollava dal sonno e una donna che lo coccolava per farlo addormentare e si disse che ce l’avrebbe fatta,sarebbe almeno arrivato fino a quella che forse un tempo era stata la Val Trompia.

-Vieni, vecchio Blutarsky- disse Cisco, un ragazzo lunatico con i baffi spioventi -è l’ora del massaggio shiatsu. Dai-

Cisco era bravo e Nonno Blutarsky sapeva che gli avrebbe fatto bene quindi si alzò, con fatica e seguì il ragazzo.

http://www.eppela.com/ita/projects/508/massaggiatore-a-domicilio

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Laif of Franek. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...