Abaut

Ovvero buondì sono Franek Bluto Blutarsky

la famiglia Blutarsky al momento di lasciare la Polonia. Seduto terra il nonno Lech, alla sua destra una zia di Bluto seduta la nonna e altri Blutarsky vari.

Franek nasce a Zakopane in Polonia tra i 30 e i 35 anni fa. Oggi vive a Trebisonda, in Italia anche se sulle mappe è segnata in Turchia proprio perchè il nostro paese l’ha persa. La Trebisonda. Il padre, Grzegorz,  e suo padre, Lech, si sono trasferiti a vivere in Finlandia per 4 anni prima della nascita di Franek, qui Grzegorz ha conosciuto Ainikki, la madre di Franek, e sono tornati insieme in Polonia. All’inizio degli anni 80 la famiglia decise di emigrare dalla Polonia verso il libero pensiero e la libertà, così iniziò la diaspora di parenti che vede i Blutarsky sparpagliati per il mondo, uno è anche finito a fare il senatore degli Stati Uniti d’America, John Bluto Blutarsky. In Polonia i due erano molto legati, tanto che il nipote prese per osmosi il soprannome dello zio.

Oggi, appunto, Franek con i suoi fratelli, i genitori e i nonni, vive a Trebisonda, nel Quartieraccio. Milita

nella squadra locale la Dinamo Quartieraccio, che ha visto tempi migliori, guarda il mondo dalle finestre

E non sta mai zitto.

Cose che hanno detto di lui:

Per ingannare il tempo, nei momenti di tensione, leggo sempre il blog di Bluto. E mi fa sempre schifo.

B.H. Obama

Dovete assolutamente evitare di leggere il blog di Blutarsky. Cioè, assolutamente, mi permetto di dare un consiglio. Che poi essendo io democratico potete fare quello che volete. Ma anche no.

W. Veltroni

Ogni volta che vengo a sapere che c’è un nuovo articolo di quella pecorella smarrita di Blutarsky, mi viene sempre da grattarmi.

S.Antonio

Quel Bluto Blutarsky lì, sarà anche un papista polacco, maledetto ed eretico ma mi fa perdere la testa.

A. Bolena

In vita mia ho parlato veramente con cani e porci, però a volte me ne sto in silenzio e mi leggo il blog di Bluto.

S. Francesco d’Assisi

Se non leggete il blog di Blutarsky, giacobino e rivoluzionario, vi taglio la testa.

M. de Robespierre

Che poi non è che odio gli immigrati, è solo che mi sta sul cazzo quel polacco di merda di Blutarsky. Lui e quel suo blog del cazzo

On. R. Maroni

Non leggete il blog di Pluto, lì, Bluto, Bruto, come cazzi si chiama? Fate bene!

M. Borghezio

a Franek Blutarsky

Antro D’odio

spergiuro irriverente

lingua biforcuta

pelle di serpente mai silente

odioso ticchettìo di parole

S. Bondi

In verità verità vi dico… cosa vi volevo dire?… non lo so più scusate mi sono distratto con il blog di Bluto

Gesù Cristo Nazareno

Blutarsky è come Di Pietro. Non è assolutamente interessato all’agopuntura.

D. Scilipoti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...